CHIAMA
030 72 82 644

DIVORZIO- SEPARAZIONE: LE INDAGINI PATRIMONIALI

DIVORZIO- SEPARAZIONE: LE INDAGINI PATRIMONIALI

Nel corso di un procedimento di divorzio la moglie allegava elementi di prova volti a dimostrare la capacità economica del marito progressivamente aumentata nel tempo e, pertanto, chiedeva al GIUDICE di disporre accertamenti sull’effettiva situazione economica dell’ex marito.

La Corte di Cassazione specifica quando è opportuno che il giudice disponga, nell’ambito di un procedimento di separazione o di divorzio, indagini patrimoniali tramite la polizia tributaria.

A) in tema di determinazione dell’assegno di mantenimento in sede di scioglimento degli effetti civili del matrimonio, il giudice può disporre indagini patrimoniali avvalendosi della polizia tributaria per ottenere informazioni integrative al “bagaglio istruttorio” già fornito dall’ex moglie;

B)il giudice del merito, ove ritenga l’insussistenza dei presupposti che condizionano il riconoscimento dell’assegno di divorzio, può direttamente procedere al rigetto della relativa istanza.

In definitiva, nel caso in cui la moglie materialmente produca degli elementi obiettivi per stabile la capacità del marito, ma il bagaglio istruttorio risulti incompleto e certamente non completabile con gli ordinari mezzi di prova a disposizione della moglie, il Giudice può disporre un’ispezione tributaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up