CHIAMA
030 72 82 644

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA CONDOMINIO CON MAIL

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA CONDOMINIO CON MAIL

IL CASO.

Convocazione dell’assemblea condominiale.

Un condomino asserisce la non validità e la non corretta convocazione dell’assemblea condominiale  poiché l’avviso di convocazione gli è stato spedito a un indirizzo mail informale e NON all’indirizzo PEC.

A tal riguardo, il CONDOMINO rileva che la posta elettronica certificata è l’unica forma che possa ritenersi equipollente alla raccomandata e che possa consentire di dare prova della ricezione dell’avviso.

LA SOLUZIONE.

Il Tribunale prima e la Corte successivamente accertavano la validità della convocazione sul presupposto che è stato lo stesso condomino a richiedere che le comunicazioni fossero inviate a mezzo mail.

Di conseguenza, la mail ricevuta dal condomino ha rispettato le forme indicate dallo stesso e dunque la doglianza deve essere respinta.

In ogni caso, si precisa che solo la PEC equivale alla raccomandata con avviso di ricevimento (poiché solo con tale strumento viene inviato al notificante un messaggio di accettazione e consegna dell’avviso).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi