CHIAMA
030 72 82 644

IL CONIUGE PUO’ NEGARE PER IL CONSENSO AL RILASCIO DEL PASSAPORTO?

IL CONIUGE PUO’ NEGARE PER IL CONSENSO AL RILASCIO DEL PASSAPORTO?

In effetti, il coniuge può negare il PROPRIO consenso al rilascio del passaporto o revocarlo.

L’ art. 12 della Legge del 21/11/1967 n. 1185 prevede che “…  quando il titolare si trovi all’estero e … NON sia in grado di offrire la prova dell’adempimento degli obblighi alimentari pronunciati dell’autorità giudiziaria” l’altro coniuge ha diritto di negare consenso al rilascio di documento valido per l’espatrio.

Inoltre, si può negare il consenso anche quando il coniuge che si trova in Italia e che NON sta adempiendo regolarmente agli obblighi di mantenimento dell’altro coniuge o dei figli e abbia l’intenzione di espatriare proprio per sottrarsi a tali obblighi.

Al di fuori di tali ipotesi, se un coniuge, INGIUSTIFICATAMENTE, NON dà il consenso al rinnovo del passaporto, l’altro potrà chiedere l’intervento del Giudice Tutelare.

Infatti, in assenza di motivi ostativi, il coniuge che ha bisogno di espatriare potrà legittimamente ricorrere al Giudice Tutelaremediante un procedimento rientrante nella cosiddetta volontaria giurisdizione disciplinato dagli artt. 737 e ss. c.p.c..

In tale procedimento egli produrrà la documentazione da cui si evince il motivo lecito dell’esigenza di espatriare e il Giudice darà il proprio benestare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi