CHIAMA
030 72 82 644

Categoria:Diritto di famiglia

DISOCCUPATO: NO GIUSTIFICAZIONE PER IL MANCATO VERSAMENTO

DISOCCUPATO: NO GIUSTIFICAZIONE PER IL MANCATO VERSAMENTO

Un padre licenziato all’improvviso e inserito nelle cosiddette ‘liste di disoccupazione’ ha versato solo in parte l’assegno di mantenimento per il contributo alle figlie minorenni. Ciò nonostante, l’uomo viene condannato per non avere provveduto a versare integralmente l’assegno stabilito in Tribunale come contributo per il mantenimento delle figlie. Situazione oggettiva e incolpevole di indisponibilità di […]

Leggi il seguito

AUMENTO DELL’ASSEGNO SE L’EX SI LICENZIA?

AUMENTO DELL’ASSEGNO SE L’EX SI LICENZIA?

Una donna chiede la maggiorazione dell’assegno divorzile dovutole dall’ex marito per aver perso il reddito da lavoro. La Corte di Cassazione tenendo conto della breve durata della convivenza matrimoniale e delle condizioni personali ed economiche della ex, abilitata all’esercizio della professione forense e proprietaria di immobili, non accoglie la richiesta di revisione dell’assegno di mantenimento. Infatti, la conservazione del tenore […]

Leggi il seguito

DIVORZIO- SEPARAZIONE: LE INDAGINI PATRIMONIALI

DIVORZIO- SEPARAZIONE: LE INDAGINI PATRIMONIALI

Nel corso di un procedimento di divorzio la moglie allegava elementi di prova volti a dimostrare la capacità economica del marito progressivamente aumentata nel tempo e, pertanto, chiedeva al GIUDICE di disporre accertamenti sull’effettiva situazione economica dell’ex marito. La Corte di Cassazione specifica quando è opportuno che il giudice disponga, nell’ambito di un procedimento di […]

Leggi il seguito

Figlia autonoma: niente casa coniugale alla madre

Figlia autonoma: niente casa coniugale alla madre

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza n. 1546/18; depositata il 22 gennaio) L’ex -moglie deve dire addio alla casa coniugale: la crescita della figlia che ha ottenuto il diploma e vanta un curriculum ricco di esperienze lavorative la rende autosufficiente. Indipendenza. Riflettori puntati sulla casa coniugale di proprietà del marito e assegnata […]

Leggi il seguito

Scappa di casa e porta con sé il figlio: addebito?

Scappa di casa e porta con sé il figlio: addebito?

Via di casa con il figlio: però la fuga della donna non è sufficiente per addebitare a lei la separazione della coppia. Abbandono. Per i Giudici non vi sono dubbi sull’ «abbandono del domicilio familiare, con sottrazione del minore». Tuttavia tale grave comportamento, discutibile, non viene considerato causa decisiva della «rottura matrimoniale». Crisi. Infatti, per […]

Leggi il seguito

SE IL FIGLIO NON LAVORA IL GENITORE PAGA GLI ALIMENTI?

SE IL FIGLIO NON LAVORA IL GENITORE PAGA GLI ALIMENTI?

La legge stabilisce che, all’interno del gruppo familiare, un soggetto (il padre, la madre, i figli) deve versare una somma di denaro a colui che si trova in uno stato di bisogno. Si tratta dell’obbligo alimentare.        Quid iuris se il figlio chiede gli alimenti al padre perché non vuole lavorare e non cerca un’occupazione? […]

Leggi il seguito

DEVO RESTITUIRE LE SOMME DATEMI DAL CONIUGE?

DEVO RESTITUIRE LE SOMME DATEMI DAL CONIUGE?

I prestiti tra familiari, parenti e amici sono sempre più frequenti. Tali prestiti sono sicuramenti leciti e la legge consente di escludere che tali elargizioni possano essere qualificate come donazioni.   Una fattispecie particolare di prestito è quello tra i coniugi in quanto è senza diritto/obbligo di restituzione.       Infatti, le elargizioni tra i coniugi […]

Leggi il seguito

MATRIMONIO, CHI PAGA I DEBITI?

MATRIMONIO, CHI PAGA I DEBITI?

Il punto di partenza di ogni ragionamento sul pagamento dei debiti contratti durante il matrimonio e sulle loro conseguenze in caso di separazione o divorzio riguarda la scelta del regime patrimoniale: separazione dei beni o comunione dei beni. È intuitivo che per tutelarsi dai debiti e dalle conseguenze negative di un’attività economica in proprio si deve […]

Leggi il seguito

QUANDO IL CONIUGE RISARCISCE IL DANNO?

QUANDO IL CONIUGE RISARCISCE IL DANNO?

La Corte di Cassazione ha sancito l’esistenza del diritto al risarcimento del danno al coniuge che vede occupata la casa coniugale dall’ex coniuge, nonostante una pronuncia di separazione che vietava tale occupazione. In particolare, per la Suprema Corte, nel caso di occupazione senza titolo, il danno è una presunzione che ammette prova contraria e, quindi, […]

Leggi il seguito

IL PADRE ASSENTE PAGA I DANNI AI FIGLI

IL PADRE ASSENTE PAGA I DANNI AI FIGLI

Il padre indifferente che paga solo l’assegno di mantenimento, ma rifiuta i contatti coi figli paga loro i danni morali. E’ INDIFFERENTE il padre che non si presenta agli incontri settimanali e che non partecipa alla crescita dei figli e ai loro hobbies, come la gita domenicale, il saggio di danza o di musica. Tale […]

Leggi il seguito
Scroll Up